Tinteggiare con Pitture Naturali

  Che la vernice sia un composto inquinante è cosa nota a tutti, meno noto però è forse il fatto che i composti tossicirilasciati possono nuocere anche alla nostra salute e non solo a quella dell’ambiente. E’ stimato, infatti che ogni anno in Italia si smaltisce un milione di tonnellate di vernici e prodotti similari.
 E’ per questo che diventa importante, nel momento in cui si decide di rinfrescare l’appartamento, di scegliere vernici biologiche ed ecologiche capaci di soddisfare le medesime esigenze pittoriche ma prive di emissioni non salutari e che, come abbiamo visto nell’articolo sui modi per depurare naturalmente l’aria della casa, contribuiscono a ridurre l’inquinamento domestico.  
  In generale, le vernici biologiche sono pitture a basso impatto ambientale, realizzate con ingredienti naturali, sicure per chi le produce, per chi le utilizza e per chi abita in casa. Sono presenti in una vasta gamma di colori e sfumature non affatto inferiore a quella delle “sorellastre” chimiche. 
Vantaggi di acquistare pitture e vernici ecologiche:hanno la stessa (o a volte perfino più alta) resa e copertura omogenea in fase di applicazione rispetto ad una vernice chimica;

– sono inodori e, quindi, possono essere perfino applicate anche con finestre chiuse consentendo di soggiornare nell’ambiente trattato poco dopo l’applicazione;

sono completamente prive di sostanze volatili nocive ed irritanti, cosa che le rende particolarmente adatte per trattare gli interni delle stanze a maggiore frequentazione e le camere dei bambini – soggetti allergici, asmatici o sensibili ad agenti chimici;

favoriscono la naturale traspirazione del materiale trattato. Questo è un particolare estremamente importante, soprattutto nel caso si decida di tinteggiare le pareti, in quanto si evita l’impermeabilizzazione dei muri che dovrebbero fungere da filtri per lo scambio ed il riequilibrio di umidità tra l’esterno e l’interno della casa, consentendo così una maggiore salubrità degli ambienti in cui si vive