Scuola della Forma

 

 

 

Migliaia di anni fa le cose erano ben diverse da oggi (chi l’avrebbe detto!). Il terreno abbondava, l’equazione tempo = denaro non esisteva ancora e chi se lo poteva permettere aveva abbastanza possibilità di osservare. L’osservazione del terreno, come l’osservazione delle nuvole, senza pensieri, fornisce ampie possibilità di interpretazione ed intuizione. Dobbiamo avere presente che le origini della filosofia cinese, come anche le origini della filosofia occidentale, si fondano su un concetto sciamanico.

La visione sciamanica è una visione animistica, secondo la quale tutte le cose sono considerate animate. Nel mondo sciamanico un ruolo molto speciale è ricoperto dall’animale.

Gli animali, anche feroci e pericolosi, abbondavano all’epoca e rappresentavano l’espressione più immediata del potere della natura.

Inoltre particolari animali venivano associati a particolari qualità e caratteristiche spirituali.

Era perciò ovvio che i saggi dell’epoca tentassero di riconoscere forme animali nel terreno per avere indicazioni sulle qualità del terreno.

Esisteva un altissimo livello di coscienza, in poche persone, certo, però queste persone ricercavano molto minuziosamente, con grande consapevolezza.

L’annuale incontro dei premi Nobel sul lago di Costanza, o la New York Accademy of scienzes, i club scientifico più esclusivo del mondo, a livello di ricerca scientifica, sarebbe l’ambiente giusto per loro. I saggi cinesi però andavano molto al di là di tutto questo perché avevano delle qualità oggi rarissime tra gli scienziati: spiritualità, umiltà, empatia e silenzio.

Perciò la loro osservazione andava in estrema profondità. Non bastava la conoscenza dei Cinque Elementi, dell’I-Ching e della legge dello Yin e Yang. Per valutare l’impatto di un sito sull’essere umano si dovevano riconoscere nel terreno le forze animistiche che lo vivacizzavano, le forze animistiche più vicine all’uomo, il quale altro non è che, anche se lo vogliamo dimenticare, il più evoluto ( forse ) animale.

Avendo il pensiero taoista le sue radici nella cultura sciamanica, dobbiamo riflettere proprio su quali fossero gli animali più importanti per i saggi cinesi.

La cosiddetta “ Scuola della Forma “ nel Feng Shui si occupa proprio di questo. Interpretando le forme del terreno si arriva a conclusioni sulla qualità del sito. I concetti cinesi sono già di per sé difficili da capire per noi occidentali: considereremo perciò i quattro animali più importanti del Feng Shui uno per uno.