LE VARIE MUFFE DI CASA

 

QUALI SONO LE TIPOLOGIE CHE SI ANNIDANO IN CASA

Non tutte le muffe sono uguali. Nella nostra abitazione possono nascondersi tipologie di muffe innocue o pericolosissime in base alla causa che ne ha determinato l’insorgenza e al materiale che è stato attaccato.

Macchie, gore, incostrazioni, ammassi polverosi, queste presenze sono infallibili indicatori che ci avvisano che nella nostra abitazione vi è senza dubbio un tasso di umidità troppo elevato. Il punto in cui fanno comparsa le muffe. il colore e la forma con cui esse si distribuiscono sulle superfici possono aiutarci a capire da cosa siamo minacciati e quale sia la causa che ha portato all’insorgere di macchie tanto antiestetiche quanto pericolose per la nostra salute e la salubrità dell’aria.

La presenza di muffe è uno degli elementi principali dell’inquinamento indoor e alcune tipologie possono rilevarsi estremamente tossiche per l’uomo. Un primo elemento per riconoscere il nemico è sicuramente il colore di queste formazioni, che ci permette di risalire al tipo di muffe che ha invaso gli ambienti di casa:

 

 

 

ASPERGILLUS ha un colore tra il verde ed il nero è la tipologia di muffa che si incontra con più facilità. Deve il suo nome alla particolare forma ad “aspersorio”


 

 

PENICILLIUM è una muffa dal caratteristico colore grigio-verde. Si manifesta prevalentemente in ambienti con un alto tasso di umidità e sul cibo avariato. Al microscopio si presenta con una forma che ricorda le setole di un pennello

 
 
 
 
CLADOSPORIUM comunemente riconosciuto come muffa nera, si presenta vellutato, friabile, dal colore nero scuro che può raggiungere le tonalità del marrone. E’ diffuso sui prodotti della cellulosa, come carta, cartone, cotone, legno e ne causa il deperimento.
 

 

PHOMA nerissima come la pece, questa muffa attacca spesso i muri nei punti più umidi della casa come ad esempio nei bagni e al disopra delle finestre, in corrispondenza dei cassonetti degli avvolgibili.

 
 
 
 
SCOPULARIOPSIS particolare muffa che un tempo proliferava sulla carta da parati che contenevano pigmenti di arsenico emettendo gas velenosi per l’uomo. Oggi fortunatamente le carte decorative sono prive di questi pigmenti nocivi

 

 

STACHYBOTRYS anche questa muffa è pericolosissima per la sua tossicità. Ha un colore tra il marrone e il nero e si presenta su muri, soffitti e materiali a base di cellulosa

 

ESTRATTO DI UN ARTICOLO PUBBLICATO DALLA RIVISTA ONLINE ARCHITETTURA ECOSOSTENIBILE