NaturaForte – per Interni/Esterni

CICLO SISTEMA INTONACO COIBENTE A CAPPOTTO

 

 RA3/RC3

Rinzaffo Antisale

Malta Preconfezionata per rinzaffo antisale, consolidamento, cuci scuci, e fugatura muri in sasso e mattoni pieni. La malta è marcata CE secondo normativa UNI EN 998-1 ed è specifica per murature umide e decoese.COMPOSIZIONE: calce idraulica naturale NHL 5 secondo UNI EN 459-1, sabbie carbonatiche di cava selezionate, sabbie silicee, metacaolino.All’interno di queste malte sono presenti anche speciali regolatori atti alla normalizzazione del setto poroso e dei sali idrosolubili presenti nell’umidità di risalita e di riduttori di capillarità, agenti per frazionamento della macroporosità, conferendo alle malte indurite ottima idrorepellenza, minima resistenza alla diffusione del vapore e bloccaggio delle efflorescenze saline.  
 

Termoforte

Intonaco termico, marcato CE secondo normativa UNI EN 998-1, per la realizzazione di un supporto totalmente minerale, superleggero, coibente, ignifugo, fonoassorbente.
COMPOSIZIONE: inerti in granulati di silice e di vetro espanso, in appropriata curva granulometrica, regolatori di lavorabilità, come leganti calce idraulica naturale pura,secondo normativa UNI EN 459-1, e metacaolino.
Malta preconfezionata per la realizzazione di intonaco superleggero, specifico per la coibentazione in continuo su facciate esterne di ristrutturazioni e nuova costruzione. Ottima stabilità dimensionale e permeabilità al vapore. L’applicazione si può eseguire a mano o con macchine intonacatrici.

 

 

 ST06/ST12

Stabilitura

Malta per Stabiliture da stendersi a ferro e fratazzino su intonaci porosi e traspiranti.COMPOSIZIONE: calce Idraulica naturale secondo norma UNI EN 459-1, calce Idrata aerea e sabbie carbonatiche di cava selezionata. La miscela essendo di color naturale tendente al neutro petrigno è particolarmente indicata per il recupero ed il restauro delle superfici esterne dell’edilizia di interesse storico architettonico. Il legante è calce idraulica naturale ottenuta dalla calcinazione di calcari marnosi ricchi di silise, cotti con carbone a basse temperature (1100°) è con le tecniche ed i modi tramandati dalla tradizione.